Progetti integrativi

Progetto “Incontro-Confronto”

Gli Spettacoli-Contatto verranno, in date antecedenti, integrati da Incontro-Confronto sul Teatro Lirico Italiano, forma espressiva di un popolo, veicolo di Linguaggio Emozionale.
L’incontro-dibattito prenderà forma mettendo in parallelo il “sentire dell’oggi” con i “significati sentimentali” del “tracciato melodrammatico”, anch’essi vivi e attuali.

Intercalando con brevi cenni storico-musicali si proseguirà con l’esposizione-approfondimento dell’Opera proposta e la lettura di cosa consiste “fare oggi” Teatro Musicale attraverso l’illustrazione di quanto solitamente accade durante la preparazione di nuovo allestimento: dalla ricerca delle tematiche d’Interpretazione (gestualità scenica – gestualità musicale), alle figure che ne costituiscono l’organico.

Con l’ausilio di un pianoforte suonato dal relatore e da un pianista, il contributo di due o più cantanti, si avrà modo di arricchire l’incontro con efficaci esplicativi esempi, nonché l’ascolto, anteprima di alcuni momenti musicali dell’opera in questione.

Partecipanti:       relatore
                               2 cantanti
                               pianista
strumento impiegato: 1 pianoforte

 

Progetto “Prove a porte aperte”

Parte di alcune prove musicali e di regia verranno dedicate all’iniziativa “prove a porte aperte”. Incontri brevi (30 minuti ciascuno) pilotati da mirati commenti su ciò che in prova si sta sviluppando, atti alla comprensione di quanto avviene nelle fasi di montaggio di uno spettacolo.
60 Biglietti gratuiti per ogni “prova aperta”a disposizione per tutti coloro, under 25, che ne siano interessati.

 

Progetto “Linguaggio grafico e Melodramma”

A ripresa della grande Tradizione Italiana del “Manifesto Lirico”, appuntamento culturale ormai, per costi, scomparso dai grandi teatri che ne hanno fatto la storia, si darà attenzione per un progetto grafico, che ne rivaluti la grandezza e importanza realizzando un manifesto per l’Opera in cartellone, divulgandone il risultato in rete e con l’affissione di alcuni esemplari posti strategicamente nella città (prossimità di scuole, centri culturali, università, vicinanze al teatro ove si rappresenterà l’Opera in cartellone ecc.), creando così un appuntamento “espressivo- comunicativo” di “attenzione grafica”appartenente alla nostra sensibilità storica.